Autore: Matteo Valle

Il Dopocena

  Respinto il ricorso del Pd «Inammissibile il ricorso sulla Manovra del Pd». La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal 37 senatori del PD riguardante le modalità di approvazione della legge di bilancio. Nonostante i tempi ultra ridotti di approvazione la manovra passa il vaglio della Costituzionalità.   Bocciatura dei tecnici per […]

Leggi tutto

Il Dopocena

Stime di crescita Bankitalia Sono state comunicate oggi le stime di crescita per il prossimo triennio da parte di Banca D’Italia, secondo le previsioni ci sarà una crescita del 1% per tutto il triennio 2019-2021, pesa molto lo spread sul debito sovrano e l’incertezza data dai dazi nel contesto internazionale. Nella nota viene altresì specificato […]

Leggi tutto

Il Dopocena

Cancellati gli appalti per la TAV Le gare da 2 miliardi per l’avvio dei lavori della tanto discussa, anche negli scorsi giorni (con la manifestazione delle Ogr a Torino), Torino-Lione non saranno pubblicate a dicembre, così come era originariamente previsto dal calendario condiviso da Francia, Italia e Unione Europea. Il ministro dei Trasporti Toninelli ha […]

Leggi tutto

Il Dopocena

Alta tensione tra Russia e Ucraina Cresce sensibilmente la tensione tra i due paesi dopo che nello stretto di Kerch, già sotto il controllo delle forze armate russe, nella notte alcune imbarcazioni ucraine avrebbero sconfinato in acque russe e scatenando uno scontro tra le milizie russe e navi ucraine. Le navi ucraine e l’equipaggio, tra […]

Leggi tutto

Il Dopocena

Le banche italiane resistono agli stress test L’Eba (autorità bancaria europea) ha comunicato oggi i dati degli stress test del comparto bancario, i quali misurano la loro tenuta nel caso in cui si realizzasse uno scenario economico e finanziario particolarmente avverso. I quattro istituti italiani presi in esame: Intesa, Unicredit, Ubi Banca e Banco Bpm […]

Leggi tutto

IL DOPOCENA

Un nuovo futuro per Alitalia?

Il vicepremier Luigi di Maio ha illustrato oggi un nuovo piano per il possibile rilancio di Alitalia, in un’incontro con I sindacati ha infatti svelato i piani del nuovo governo per la costituzione una nuova compagnia con un capitale di circa 2 miliardi partecipato sia da Ferrovie dello stato che dal tesoro. L’ipotesi sostenuta già in mattinata dal premier Conte, ha subito una brusca frenata da parte del ministro Tria che ha rivendicato l’autorità sulle scelte del MEF. (Fonte: Il Sole 24 Ore)

 

 

Leggi tutto