Il buy-back a stelle e strisce

Il buy-back a stelle e strisce
[Reading time : 45 secondi]

Il buy-back è l’operazione di acquisto di azioni proprie da parte di una società per azioni. Il 2018 si è chiuso con un bilancio record per il buy-back, nell’ordine di oltre 1.000 miliardi di dollari; soltanto dal 2014, l’ammontare complessivo dei buy-back a #WallStreet ha superato i 3.000 miliardi. A seguito della crisi del 2008, tali operazioni si sono estese anche ad altri strumenti finanziari, come le obbligazioni, e a soggetti di diritto pubblico, in particolare con il riacquisto di titoli di debito sovrano da parte delle banche centrali.

Nonostante possano apparire come un indice di credibilità da parte delle aziende stesse nei confronti del proprio progetto, allo stesso tempo le operazioni di buy-back possono essere ritenute responsabili delle bolle speculative.
I dati del primo trimestre sono molto espliciti in questo senso. Le società hanno infatti registrato utili più alti del previsto, ma a ben guardare si tratta principalmente di numeri derivanti da operazioni di trading e buy-back, che gonfiano i rendimenti, mentre il fatturato delle stesse società derivante dalla vendita di beni e servizi si è dimostrato poco incisivo.

Lo stesso valore del #PIL statunitense, registrato nel primo trimestre al +3,2%, molto al di sopra dell’1,8% previsto dagli analisti, risulta giustificabile in tal senso; ciò è evidente anche dai dati trapelati nella giornata di ieri a proposito della vendita al dettaglio di beni di prima necessità, che ha registrato un misero +0,1% a fronte di un +0,7% previsto dagli analisti. Ovviamente, però, i numeri di per sé consentono al più importante #marketmover della nostra epoca, #DonaldTrump, di scrivere dei tweet ritraenti un’economia in salute che possa generare l’ennesimo #Bullmarket sui mercati.

Ritenete che in futuro l’ assiduo ricorso ad operazioni di buy-back possa ritorcersi contro il mercato USA?
#diccilatua nei commenti
Autore: #SFEdoardoTrovarelli


Leggi anche:

Hamburger vegetali, un business da 6 miliardi

Commenti

Commenti