Enzo Ferrari, il “Drake” italiano

Enzo Ferrari, il “Drake” italiano

Oggi vi parliamo di #EnzoFerrari, il padre della scuderia di #Maranello e fondatore di un marchio eterno e globale, eletto da #BrandFinance come brand più influente al mondo nel 2019. La richiesta per queste auto, considerate un vero e proprio status symbol, è diventata tale negli anni da costringere l’azienda a porre un limite massimo di vetture producibili per mantenerne l’esclusività. Ecco alcune curiosità sulla vita di Enzo Ferrari:

  1. A 21 anni riuscì a realizzare il suo sogno di diventare pilota di auto da corsa entrando nella #AlfaRomeo, ma interruppe presto la sua carriera. Ebbe invece più fortuna quando fondò la Auto Avio Costruzioni, la futura #ScuderiaFerrari.
  2. Il simbolo del #CavallinoRampante venne donato a Enzo dalla madre di Francesco Baracca, storico aviatore della Prima Guerra Mondiale, che gli chiese di attaccarlo sulle sue auto come omaggio per il figlio.
  3. Ebbe molti soprannomi, ma il più noto è probabilmente “il Drake”, coniato dagli avversari inglesi che riconoscevano in lui la determinazione e l’intransigenza del celebre corsaro #FrancisDrake.
  4. Ai giornalisti che gli chiedevano se la sua auto fosse una Ferrari era solito rispondere: “No, non me la posso permettere”.
  5. In vita ebbe numerose onorificenze, fra cui due lauree honoris causa e il titolo di #Commendatore. Inoltre, ha portato la Ferrari ad essere la scuderia più vincente in assoluto della #Formula1.

Enzo Ferrari ha dedicato la sua vita alla sua più grande passione, riuscendo ad ottenere risultati inimmaginabili. Ritenete che sia importante per un’azienda trasmettere la passione per quello che produce?

#diccilatua nei commenti!
Autore: #SFfrancescomariotti

 


Leggi anche:

Steven Pruitt, la penna più prolifica di Wikipedia

Commenti

Commenti