Hamburger vegetali, un business da 6 miliardi

Beyond Meat e Impossibile food: hamburger vegetali, un business da 6 miliardi
[Reading time: 40 secondi]
Rubrica: #SFGreenEconomy

La produzione di #carne per il consumo umano è una delle attività maggiormente nocive per l’ecosistema. Sono necessari più di 8000 litri di acqua per produrre mezzo kg di carne di manzo, mentre per ottenere mezzo chilo di grano ne bastano 113 litri. Inoltre, a livello globale, l’allevamento emette più gas a effetto serra di tutti i sistemi di trasporto del mondo messi insieme. L’insostenibilità ecologica dell’industria della carne su larga scala e la volontà di opporsi al #cambiamentoclimatico hanno portato alla nascita di compagnie come Beyond Meat e Impossible food, la cui missione è sviluppare carne in maniera sostenibile e salutare.

La differenza tra #BeyondMeat#Impossiblefood e le restanti compagnie che producono alternative alla carne a base di soia è che queste due aziende hanno come target principale di mercato gli amanti della carne animale, e non vegetariani o vegani. Beyond Meat e Impossible food mirano infatti a realizzare un prodotto che abbia il sapore e l’aroma della carne vera e propria, come il manzo, in maniera tale da compiacere i “carnivori” e ricreare l’esperienza di mangiare carne animale senza gli inconvenienti etici ed ambientali.

Dalla sua nascita, nel 2016, Beyond Meat ha venduto oltre 11 milioni di “Beyond hamburger”, conta tra i suoi investitori iniziali personaggi noti come #BillGates e Leonardo #DiCaprio e ha recentemente stretto un accordo per distribuire i propri hamburger vegetali a TGI Fridays. Recentemente ha debuttato nel #Nasdaq tramite una #IPO, ottenendo quote in rialzo addirittura del 163% e passando da 25$ a 70$ per azione. #GoldmanSachs#JPMorgan e Credit Suisse sono tra i sottoscrittori dell’offerta. Dal canto suo, Impossible Foods ha invece annunciato un accordo con #BurgerKing per lanciare un “Impossible #Whooper” in tutti i #Burger King d’America e ha raccolto ulteriori 300 milioni di finanziamenti che portano il valore della compagnia a 2 miliardi.

Che ne pensi dell’industria della carne e delle “carni vegetali”? Credi in questo business?
#diccilatua nei commenti
Autore: #sfmichelelucernoni


Leggi anche:

Walmart: le dimensioni e i dati impressionanti del colosso della distribuzione

Commenti

Commenti