Il Dopocena

Partenza soft per il reddito di cittadinanza

Da oggi è possibile richiedere il Reddito di Cittadinanza. Le grandi code alle Poste che erano state ipotizzate da alcuni non si sono presentate, mentre i problemi d’accesso al sito per fornire i documenti online, verificatisi al lancio avvenuto in mattinata, sono stati risolti. Alle ore 14.00 le richieste presentate presso gli uffici postali per il Reddito di cittadinanza sono pari a 29.147. La card potrà essere ritirata dal 19 aprile. L’Inps afferma che la diffusione è omogenea sul territorio nazionale e che esso “avrà un forte impatto sia sotto il profilo di politica economica che sulla redistribuzione della povertà e un aumento dell’inclusione sociale”.

La Tav costerebbe l’1,4% della spesa pubblica

Per completare l’intera tratta della Tav Torino-Lione sono necessari 23 miliardi di euro. Di questi, 9 miliardi sarebbero a carico della Francia e i restanti 13 dell’Italia, che ne ha già sborsati 2 miliardi. Confrontando questo dato con l’importo delle uscite complessive in capo all’amministrazione pubblica previste nel 2019 (803,3 miliardi di euro) si ricava che la Tav costerebbe l’1,4% della spesa pubblica. Sarà di Giuseppe Conte la decisione sull’opera. Basata “solamente sulla base dei costi-benefici”, dovrebbe arrivare venerdì.

L’Ocse rivede al ribasso la crescita italiana

L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico rivede al ribasso la crescita italiana: secondo l’Interim Economic Outlook presentato oggi a Parigi, il Pil dell’Italia sarà di segno negativo, -0,2, nel 2019, per risalire allo 0,5 nel 2020, rispettivamente -1,1 punti e -0,4 punti rispetto alle previsioni del precedente Economic Outlook di novembre. Secondo l’organismo, a pesare sull’Italia e sulle nazioni europee sono l’incertezza politica e l’avvicinarsi di un Brexit no Deal.

Il salario minimo in Senato

“Nella Commissione Lavoro del Senato martedì 12 marzo cominceranno le audizioni sui diversi disegni di legge (sul salario minimo, ndr). Sarà una prima importante occasione di interlocuzione con i protagonisti del mondo del lavoro”. Comunica la senatrice Pd Annamaria Parente. “Sul salario minimo – il Pd ha presentato proposte, ma come ha detto il segretario Zingaretti è necessario per prima cosa aprirci all’ascolto e confrontarci con le parti sociali, a partire dai sindacati dei lavoratori. Il salario delle lavoratrici e dei lavoratori è materia che riguarda principalmente la contrattazione e dunque su questo tema è necessario trovare un giusto e sano equilibrio tra legge e accordi tra le parti” Intanto Di Maio cerca di far incontrare il suo partito e quello del neo eletto leader democratico Zingaretti sulla proposta per il salario minimo.

(Fonte: Ansa.it)

 

Commenti

Commenti