Il Dopocena

Padoan candidato del PD, solo voci o realtà?Il ministro «tecnico»: «Se qualcuno me lo chiede…».

Il Partito democratico avrebbe, secondo una fonte, chiesto a Pier Carlo Padoan la disponibilità a candidarsi alle elezioni del 4 marzo, e il ministro dell‘Economia avrebbe accettato.

Varie le reazioni alla notizia, a partire proprio dal leader del Pd Matteo Renzi che in un intervista pubblicata oggi ha dichiarato “Spero che continui a dare una mano al suo Paese, per noi il suo aiuto è stato prezioso” senza però parlare di un‘offerta di candidatura.

Il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda ha detto: “Mi sembra un‘ottima notizia per il Pd e faccio i miei migliori auguri a Padoan, che ha fatto uno straordinario lavoro ed è una grande acquisizione per loro”.

Tutto questo mentre negli ultimi mesi la tensione tra Padoan e Renzi  affiorata spesso anche se non apertamente, su parecchie questioni:prima di tutto le politiche fiscali (memorabile lo scontro sull’ipotesi, avallata dal ministro, di aumentare l’Iva), e naturalmente nomine delicate come quella del governatore della Banca d’Italia, con Padoan schierato per Visco e Renzi contro. Sembravano ormai archiviati i tempi in cui Padoan chiamava l’allora premier «il mio giovane capo» e i due duettavano in conferenza stampa.

Recentemente Padoan invece aveva speso parole elogiative sul giovane leader:«Ha dato una scossa all’Italia. Il nostro rapporto? Molto interessante, faticoso, stimolante. Sempre dialettico»

Nuovo record in borsa per Fca, seguito da una immediata caduta.

Grazie a tre grandi ordini d’acquisto il titolo della società Fiat Chrysler si è impennato raggiungendo e superando la soglia di 18 euro nelle prime battute di scambi, raggiungendo così un nuovo record storico a 18,48 volando a +2,4%, salvo poi ritracciare e scivolare in negativo segnando -0,6% a 17,83 euro alle 9.26.
Già nella prima settimana del 2018 Fca si era già guadagnata oltre 17 punti percentuali.
Il recente rally segue per altro un 2017 borsistico da incorniciare per la casa automobilistica: durante l’anno scorso a Piazza Affari il titolo ha guadagnato il 73% sul Ftse Mib, meritandosi lo scettro di migliore blue chip del listino milanese.
Si aspetta la conferenza stampa di Marchionne dal Salone di Detroit, lunedì prossimo, nella quale probabilmente si annuncerà la data dell’investor day di giugno nel quale Fca illustrerà il suo nuovo piano industriale.
Intanto, l’effetto trascinamento del titolo Fca c’è stato anche per Ferrari (+7% nella scorsa settimana) e per Exor (+12%), ma tra Torino e Stati Uniti si giura che per ora – oltre ai due piani industriali – c’è solo un terzo obiettivo al quale si lavora: la successione di Marchionne, che comunque resterà in Ferrari e quasi certamente in Exor.

 

 

Incendio alla Trump tower:due feriti, Trump non presente al momento dello scoppio.

Incendio alla Trump Tower, nel centro di New York, con un fumo denso e nero che si è levato alto nel cielo di Manhattan.

Ottanta vigili del fuoco sono al lavoro per spegnere le fiamme mentre i feriti sono due:un civile che ha avuto la peggio e un pompiere con ferite lievi.

L’incendio è scoppiato verso le 7.20 locali sul tetto dell’edificio costituito da 58 piani e alto quasi 203 metri.All’interno non era presente il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha lasciato ieri la residenza di Camp David per tornare a Washington.

Di “piccolo corto circuito su una torre di raffreddamento della Trump Tower” ha parlato su Twitter Eric Trump, figlio del presidente e vicepresidente della Trump Organisation, che poi ha elogiato l’intervento tempestivo dei vigili del fuoco.

Commenti

Commenti