Il Dopocena

10.01.2018

Renzi e la soffiata da 600.000 euro a De Benedetti

Pubblicata dalle maggiori testate italiane in giornata una telefonata molto particolare risalente al 16 gennaio 2015 riguardante l’editore Carlo De Benedetti, nella quale si evince che il magnate dell’editoria incaricò il suo broker di acquistare azioni per 5 milioni di euro delle banche popolari, dopo essere stato in contatto telefonico con Matteo Renzi, che gli disse che proprio in quei giorni sarebbe stata approvata la riforma delle banche popolari. Ciò avrebbe conseguito poi un aumento del valore delle azioni. Infatti da lì a una settimana venne rilasciato un decreto legge che comportava l’abolizione del voto capitario, trasformando così le banche popolari in società per azioni. De Benedetti da questa operazione ha ottenuto un profitto di 600.000 €.

Via il Jobs act

Silvio Berlusconi, in mattinata ha annunciato l‘intenzione di abolire la riforma del lavoro varata dal governo Renzi in caso di una vittoria elettorale del centrodestra alle elezioni del 4 marzo. L’intenzione del leader di Forza Italia è quella di cancellare la legge in vigore perchè sostiene abbia dato una provvisoria spinta e solo per i lavoratori con contratti a termina, aumentando il precariato. Dura la provocazione del leader di Centrosinistra che ha invitato Berlusconi a confrontarsi con gli imprenditori, che, secondo lo stesso Renzi sono rimasti soddisfatti del Jobs act in quanto gli ha permesso di sfruttare l’abolizione dell’Articolo 18.

Ricavi epocali per Amazon

Amazon non si ferma più, dopo aver incoronato il suo amministratore delegato, Jeff Bezos, come l’uomo più ricco al mondo, la società con sede a Seattle ha dichiarato una cifra record di vendite di prodotti nell’anno 2017 che si attesta a 5 miliardi di pezzi derivanti solo dal segmento Prime, a cui si devono aggiungere anche quelli dal settore base, cifra non resa nota. Non si ferma qui la corsa del gigante americano, nel 2018, ha dichiarato alla stampa, investirà anche fuori dal web: gli obiettivi sono l’apertura di negozi fisici e l’investment banking.

Una campionessa di poker alla corte di Ray Dalio

Vanessa Selbst, la donna di maggior successo nel mondo del poker, proprio grazie alle sue abilità nel gioco d’azzardo andrà a lavorare per Bridgewater Associates, il fondo speculativo più importante al mondo, dove metterà in pratica le sue conoscenze in matematica e probabilità al servizio della macchina del denaro.

Commenti

Commenti