Il Dopocena

Borsa in positivo: anche dopo Marchionne la Ferrari infrange record. Mediolanum e Generali registrano ottimi risultati

Ebit da record per la casa rossa di Maranello. Confermati i target del 2018:  a fronte nel secondo trimestre di vetture consegnate si è registrato un aumento pari al +5,6% rispetto all’anno precedente, trainate da un aumento del 22,6% delle vendite dei modelli a 12 cilindri e dalle regioni Emea (+7,2%), Americhe (+6,6%) e dalla Cina, Hong Kong e Taiwan (+26,4% su base aggregata). I ricavi netti sono aumentati del +1,4%. Un dato perfettamente in linea con la stima di Bloomberg pari a 900 milioni. La performance è stata guidata principalmente dalle vendite della 812 Superfast (per i V12) e dalla famiglia delle 488 (per i V8).
Nel mentre, registrano numerosi rialzi anche Mediolanum e Generali: la prima ha chiuso l’esercizio 2017-2018 con un utile netto di 864 milioni, ovvero +15,2% rispetto all’anno precedente, con valori record per ricavi (+10% ) e risultato operativo (+24%), con un ritorno sul capitale tangibile del 10%. La seconda invece ha visto un risultato operativo a 2,53 miliardi, +2,7% «grazie al miglioramento di tutti i segmenti di business» mentre l’utile netto si attesta a 1,329 miliardi ,+8,8%. (fonte: MilanoFinanza, Sole24Ore)

Stop a Foa per la presidenza RAI

La commissione Vigilanza della Rai ha bocciato la nomina di Marcello Foa come presidente del gruppo. I voti non hanno raggiunto il quorum previsto di 27 (hanno votato favorevoli solo in 23), con una scheda bianca. Pd, Leu e Forza Italia non hanno ritirato la scheda e partecipato al voto. La Lega Nord, capitanata dal Ministro Salvini, vorrebbe ora contare sul fatto che -visto che non è stato eletto il presidente – a presiedere il consiglio di amministrazione della Rai toccherebbe al consigliere anziano, in questo caso si tratterebbe ancora una volta di Foa. Il quasi-presidente della RAI ha detto di aver preso atto «con rispetto» della decisione della Vigilanza, e si è messo a disposizione del MEF «invitandolo a indicarmi quali siano i passi più opportuni da intraprendere nell’interesse della Rai». (fonte MilanoFinanza, Sole24Ore)

Non accadeva da 44 anni: Italiano vince premio Fields, “Nobel” per la matematica

Alessio Figalli, 34 anni fa, ha vinto la medaglia Fields, il maggior riconoscimento in campo matematico al mondo. Laureatosi presso la Scuola Normale di Pisa,  dal 2016 è docente al Politecnico di Zurigo e, dopo 44 anni, è il secondo italiano a ricevere questo premio, istituito nel 1936 e assegnato dall’Unione Matematica Internazionale. Un ambasciatore per la matematica: così il presidente del Politecnico di Zurigo, Lino Guzzella, ha definito Alessio Figalli. “Sono orgoglioso che un ricercatore del Politecnico di Zurigo abbia ottenuto uno dei riconoscimenti accademici più prestigiosi”. La ricerca che gli ha permesso di aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento si incentra sul concetto di “optimal transport” in natura: uno studio sul risparmio e l’efficienze energetica nello spostamento e formazione di cristalli. L’optimal transport è un concetto che si può ritrovare anche in campo economico, atmosferico o nell’urban planning: i modelli da lui sviluppati potranno essere applicati con estrema precisione anche nel settore meterologico, per elaborare previsioni più accurate e costruire sistemi di warning affidabili. (fonte: ANSA)

Commenti

Commenti

Etichettato ,