Il Dopocena

Mercati finanziari asiatici in sofferenza

I borsisti di Wall Street hanno venduto in massa i titoli dei listini asiatici. A causare il fenomeno, la paura degli effetti della guerra commerciale fra Stati Uniti e Cina, oltre alla consapevolezza della fine delle politiche monetarie espansive. La Borsa di Tokyo e quella di Hong Kong hanno perso quasi il 4%. La sorte peggiore, nella giornata di oggi, è toccata però alla Cina, con i suoi due listini. Shanghai ha perso intorno al 5%, mentre Shenzhen il 6%.

Sempre nella giornata di oggi, i cinesi hanno subito un altro colpo, lieve se preso da solo ma che potrebbe diventare grave se venisse preso da esempio da altri Paesi. Il Sierra Leone ha annullato il progetto da 318 milioni di dollari, finanziato dalla Cina, per la costruzione di un aereoporto vicino alla capitale Freetown. Si tratta della prima volta che uno Stato africano si tira indietro da una collaborazione con Pechino.

 

Stime di crescita della Germania a ribasso

La previsione della crescita economica della Germania per il 2019 scende dal 2,1% all’1,8%. La revisione nasce da un indebolimento del settore edilizio e dall’istabilità del commercio globale. Oltre alla guerra commerciale fra Washington e Pechino, gli analisti sono preoccupati dalle possibili conseguenze di una Brexit “Hard”, ovvero senza patti. Inoltre, si sono considerati gli effetti che potrebbero derivare dalle crisi economiche di Turchia e Argentina. Al contempo, tuttavia, si prevede un aumento del potere di acquisto per chi lavora in Germania.

 

Spread Btp-Bund, raggiunto livello record degli ultimi anni

Dopo la chiusura di ieri, in cui si attestava a 295 punti, la differenza di rendimento fra titoli di Stato italiani e tedeschi è salita fino ai 310 questa mattina. Si tratta di un massimo che non veniva toccato dal febbraio del 2014. Alla chiusura dei mercati il valore dello spread italiano era di 305 punti, comunque un valore piuttosto alto rispetto a quello della chiusura di ieri. Nella giornata di oggi si è svolta un’asta per vendere Btp, molti dei quali sono stati acquistati dalla BCE.

 

 

 

Commenti

Commenti

Etichettato , , , , ,