Il Dopocena

Zingaretti nuovo segratario del PD

Nicola Zingaretti, il presidente della regione Lazio, è diventato il nuovo leader del partito di centro-sinistra con circa il 70% dei voti. Più di 1,7 milioni di sostenitori del partito hanno votato in tutto il paese con un’affluenza superiore alle attese, dando al PD la speranza che possa ristabilirsi come una forza credibile contro l’attuale governo italiano. “Un risultato straordinario, più votanti delle ultime primarie – esulta Zingaretti – viva la democrazia italiana!”. “Grazie all’Italia che non si piega e che vuole arginare un governo illiberale e pericoloso”,  afferma nel primo discorso durante i festeggiamenti a Roma. A lui toccherà tentare di risollevare il Pd già in vista della difficile sfida delle Europee. “Quella di Nicola Zingaretti è una vittoria bella e netta. Adesso basta col fuoco amico : gli avversari politici non sono in casa ma al Governo”, esordisce Matteo Renzi.

Di Maio lancia il fondo innovazione

Il vicepremier e ministro del lavoro e dello sviluppo economico Luigi Di Maio ha presentato oggi il nuovo fondo nazionale per l’innovazione a Torino. Risorse per un miliardo di euro in tre anni da utilizzare per sostenere investimenti in startup e innovazione, anche grazie all’aiuto della Cassa depositi e prestiti. Due, se si tiene conto di sgravi fiscali e agevolazioni. 

“Questo fondo è strategico per la nostra economia, perché consente di far rimanere le menti italiane qui ma anche di attrarre quelle straniere”, ha detto Di Maio. “Stiamo parlando di uno strumento trasversale che ci consentirà di rilanciare la produzione. Penso che l’Italia possa diventare il primo produttore in Europa”.  Per l’ecosistema dell’innovazione, la nuova architettura normativa a favore del venture capital annunciata nella recente legge di bilancio appare potenzialmente un fondamentale acceleratore.

Reddito di cittadinanza, da mercoledì le richieste. Intesa Caf-Inps

Oggi la Consulta dei Centri di assistenza fiscale ha dato l’ok al preaccordo raggiunto venerdì con l’Inps.

Chi presenterà la domanda per il reddito di cittadinanza tra il 6 e il 31 marzo avrà una risposta dall’Inps tra il 26 e il 30 aprile: se la domanda sarà accolta il richiedente riceverà un Sms o una e-mail di conferma da parte delle Poste per la consegna della card. A maggio partirà il pagamento. Resta confusa la parte del decreto che lega il sussidio all’inserimento al lavoro non essendoci l’accordo con le Regioni sul ruolo dei navigator e quindi manca il bando per le assunzioni di coloro che nel progetto dovrebbero fare da guida nell’inserimento al lavoro per chi avrà il reddito.

Commenti

Commenti

Etichettato , , , ,