fbpx

Il Dopocena

Emendamento sul revenge porn: sì unanime della Camera.

L’emendamento è stato approvato con 461 voti a favore e nessun contrario. Il testo prevede una pena detentiva da uno a sei anni e una sanzione pecuniaria da 5000 a 15000 euro per chiunque invii, consegni, ceda, pubblichi o diffonda immagini o video di organi sessuali o a contenuto sessualmente esplicito, destinati a rimanere privati, senza il consenso delle persone rappresentate.

La stessa pena si applica anche a chi, avendo ricevuto o acquisito tali dati li invia, consegna, cede, pubblica o diffonde senza consenso.

 

Conte a Juncker: “rallentamento previsto”.

Al termine del colloquio tenutosi a Palazzo Chigi, in risposta alle preoccupazioni del Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, Conte ha dichiarato che: “Il Governo aveva previsto il rallentamento del debito pubblico per questo ha elaborato una manovra che vuole perseguire una politica espansiva ma responsabile approvando misure di cui il paese necessitava da troppi anni per ristabilire equità sociale”.

 

Barnier su Brexit.

Dopo i voti di ieri sera a Westminster, il capo negoziatore dell’Unione europea  Michel Barnier ha dichiarato che:”Se il Regno Unito vuole ancora lasciare l’Ue in modo ordinato, l’accordo di divorzio è e resta l’unico modo. […] Abbiamo sempre detto che possiamo accettare un’unione doganale o una relazione sul modello Norvegia. La dichiarazione politica può essere adeguata. Se i Comuni non votano a favore nei prossimi giorni, restano solo due opzioni: un ‘no deal’ o un posticipo più lungo dell’uscita”.

 

Lupi: stop agli abbattimenti controllati.

Il nuovo “Piano di conservazione e gestione del lupo in Italia” elaborato dal Ministero dell’Ambiente non prevede più i cd “abbattimenti controllati” previsti nel precedente piano del 2017.

Esclusa dunque la riapertura della caccia, mentre rimangono tutte le altre misure per permettere la convivenza fra lupi e bestiame.

Commenti

Commenti

Etichettato