Il Dopocena

Salvini: “Stracceremo i vincoli europei”

“Il M5S non voterà mai una legge di bilancio per aumentare il debito pubblico”. Stamattina il leader 5 Stelle Di Maio aveva risposto così a Salvini, che già nei giorni scorsi aveva dichiarato di voler portare il debito al 140%.

Ma il ministro degli Interni ribadisce la propria posizione sui conti pubblici: gli attuali livelli dello spread sarebbero frutto di speculazione più che un riflesso dell’economia reale.

Il tema del rigore si preannuncia essere uno dei punti di scontro anche per il fronte sovranista europeo, in riunione domani a Milano. Il ministro delle finanze austriaco Hartwig Loeger ha infatti dichiarato di non avere nessuna intenzione di pagare i debiti degli italiani.

USA vs Cina: affondo su Huawei, la Cina attacca i T-Bond

Trump colpisce duramente il colosso cinese inserendolo nella “Entity List”.

In aggiunta al precedente blocco, questa nuova misura limiterà l’acquisto di componenti prodotti negli Stati Uniti da parte di Huawei. “Il concetto di sicurezza nazionale non dovrebbe essere usato come strumento per il protezionismo commerciale” così replica il Ministero del Commercio cinese. Contrari anche i leader europei Merkel, Macron e Rutte, che dichiarono di non voler seguire l’esempio americano, ritenuto non necessario e contro il libero commercio.

Nel frattempo, la Cina conferma l’apertura del nuovo fronte nella guerra dei dazi. Liquidando ulteriori 10 miliardi di dollari di debito americano, porta a 67 miliardi il taglio totale in un anno. La misura rischia però di destabilizzare soprattutto Shanghai: gli acquirenti di debito americano non mancano, mentre sia il mercato valutario che azionario cinese già risentono dello stress.

 

Brexit: falliti i negoziati Tory-Labour

Il leader laburista Jeremy Corbyn ha annunciato la chiusura dei negoziati in una lettera a Theresa May, dopo sei settimane di colloqui. La premier inglese ha preso atto della scelta, ma nella sua lettera di risposta ha attribuito le cause del fallimento alle contraddizioni laburiste.

Corbyn ha aggiunto che continuerà ad opporsi al piano di May, se non dovesse presentare modifiche sostanziali. Secondo le dichiarazioni dei giorni scorsi, questo dovrebbe portare alle dimissioni della premier inglese a inizio giugno.

 

Commenti

Commenti

Etichettato , , , , , , , , , , , , , ,