fbpx

Il Dopocena

Istat: industria, produzione aprile -0,7%

Ad aprile l’Istat rileva per la produzione industriale la seconda flessione congiunturale, dopo gli aumenti di inizio anno, con un calo dello 0,7% rispetto a marzo, è quindi il secondo mese consecutivo di contrazione. Il dato anno su anno è anche qui negativo, con una contrazione dell’1,5%, a guidare questa frenata è il comparto automotive che ha registrato un crollo del -17,1% ad aprile rispetto all’anno precedente. Unico positivo in questo indice è il comparto energia (+3,6%).

 

Tria: Con Ue troveremo intesa

Da Fukuoka, al termine della due giorni di lavori del G20 finanziario, il ministro Giovanni Tria ha dichiarato che sulla procedura e sul deficit c’è “un negoziato e un dialogo con la Commissione Ue”, si è anche detto fiducioso sulla buona riuscita delle trattative stesse. Sul deficit, invece, “andremo sotto intorno al 2,2-2,1%”. Ha anche detto che il quadro concordato con l’UE sarà rispettato con i risparmi da Quota 100 e Rdc. Riguardo alla questione mini-bot ha drubricato l’argomento: “non è una questione principale che andremo a trattare a livello di governo”. Ha aggiunto infine che negli incontri non si è parlato specificamente di Italia, ma piuttosto di questioni strutturali e geopolitiche da affrontare nei prossimi mesi e durante l’Ecofin di luglio.

 

Vertice Salvini-Di Maio

è previsto per stasera alle 21 il verticedi governo a Palazzo Chigi tra i 2 Vicepremier, sul tavolo diverse questioni tra cui le nomine Ue, e le proposte bandiera dei due partiti come il taglio alle tasse per i Leghisti e l’abolizione dei privilegi per i 5S. Matteo Salvini, ha dichiarato in conferenza stampa :”Io sto al governo se posso aiutare gli italiani, se qualcuno pensa di stare al governo per tirarla in lungo o crescere dello zero virgola, non è quello di cui gli italiani hanno bisogno”. Non è tardata la risposta di Luigi Di Maio dicendo: “andrà bene se rimettiamo al centro della stanza i cittadini” il leader dei pentastellati si aspetta il sostegno della Lega su alcuni temi cari al Movimento, come salario minimo, abbassamento delle tasse, taglio degli stipendi dei parlamentari. Un faccia a faccia atteso soprattutto perché sarà un banco di prova per la verifica sullo stato di salute dell’esecutivo.

 

 

Commenti

Commenti