Spotify denuncia Apple alla Commissione Antitrust europea

Spotify denuncia Apple alla Commissione Antitrust europea
[Reading time: 1 minuto]

Nel settore dello streaming musicale si comincia a sentire aria di guerra aperta. Il leader di mercato #Spotify ha infatti presentato una denuncia nei confronti di #Apple all’ufficio antitrust della #CommissioneEuropea. L’accusa è di concorrenza sleale e, come ha spiegato il CEO di Spotify, #DanielEk, riguarda la gestione monopolistica dell’App Store da parte dell’azienda di #Cupertino, che «limita di proposito la scelta e soffoca l’innovazione a spesa degli utenti». Applicando una commissione del 30% sui guadagni delle applicazioni che distribuiscono contenuti digitali, Apple obbliga di fatto ad alzare i prezzi degli abbonamenti alle sue concorrenti e «può stare in campo sia come giocatore che come arbitro».

Gli abbonati premium di Spotify sono ad oggi molti più di quelli di Apple Music (96 milioni a fronte di 50), ma l’azienda guidata da #TimCook può contare su una base di smartphone, tablet e computer di cui una piattaforma di streaming musicale non può proprio fare a meno. Da questo scontro potrebbero scaturire risvolti interessanti, considerato anche l’interesse di più parti nella questione. Infatti tutte le applicazioni che prevedono il pagamento di un abbonamento o di un acquisto in-app, come ad esempio #Netflix o #YouTubeMusic, godrebbero di notevoli vantaggi se cambiassero le regole del gioco. Per applicazioni come #Uber o #Deliveroo, invece, non cambierebbe niente, perché la commissione è prevista solo per transazioni digitali e non per l’acquisto di prodotti o servizi fisici.

Pensate che sia corretta una tale gestione dell’App Store da parte di Apple?
#diccilatua nei commenti!

Autore: #SFfrancescomariotti


Leggi anche:

OneCoin, vecchi metodi per nuove truffe

Commenti

Commenti